Vitamina C

La Vitamina C ha la struttura che vedete sopra dell'acido ascorbico ed è una tra le vitamine più famose e giustamente a mio avviso. Viene sintetizzata da molti animali e dalle piante a partire dal glucosio. L'uomo, una volta, era in grado di sintetizzarla ma poi ha perso tale capacità milioni di anni fa non avendone più bisogno poichè la sua alimentazione era molto ricca di frutta e verdura fresche, principali fonti della vitamina. La Vitamina C infatti si trova soprattutto negli agrumi come limoni, arance, nelle verdure a foglia verde come broccoli, spinaci ed in altri frutti "particolari" come la rosa canina, l'acerola (o ciliegia brasiliana), la prugna australiana (Kakadu Plum) etc. E' però una vitamina idrosolubile e, come tale, è molto labile a calore, aria e luce e non "accumulabile". I vegetali che la contengono infatti la "perdono" man mano che trascorrono i giorni dalla loro raccolta e soprattutto con i lavaggi prolungati e la cottura. Giusto per fare un esempio i piselli riducono la quantità di vitamina C del 10% ogni giorno. 

I livelli giornalieri raccomandati (RDA o Raccomended Dietary Allowance) sono di 90 mg/die per gli uomini e 75 mg/die per le donne ma questi sono i limiti per non andare incontro a carenza di vitamina C e quindi se ne può assumere tranquillamente di più. Circa quanta vitamina C al giorno si possa assumere i pareri non sono del tutto concordi ma sembra che il massimo livello consentito siano 10 gr/die; tuttavia alcune persone possono tollerare un massimo di 2 grammi al giorno a causa di effetti collaterali gastro-intestinali (bruciori di stomaco, nausea, diarrea etc). La "megadose" di 10 gr/die può essere assunta in caso di raffreddore acuto a patto però che l'assunzione avvenga sin dai primi sintomi del raffreddore ed assumendone 1 gr ogni ora circa per 10 ore consecutive per due giorni di seguito. In questo modo il raffreddore/influenza si può "stroncare" sul nascere. Chi crede nella Vitamina C come la sottoscritta  crede in Pauling, padre della "Medicina Ortomolecolare", doppio premio Nobel per la chimica e per la pace, che studiò a fondo tale vitamina esaltandone le proprietà. Ricordo a tal proposito, per chi fosse interessato, la lettura del testo di Linus Pauling " Vitamin C and Common Cold" del 1970. In prevenzione, per le patologie invernali, si raccomanda una dose al giorno di circa 1 gr in forma o sintetica o naturale.

La Vitamina C ha molteplici importanti funzioni. Di seguito le principali:

- è necessaria per la sintesi del Collagene (in particolare di idrossi-prolina e idrossi-lisina) la proteina strutturale principale del nostro corpo; il collagene infatti si ritrova in denti, ossa, vasi e nel connettivo di tutti i nostri tessuti (muscoli, pelle etc) ed organi. Un tempo infatti la carenza di vitamina C era causa dello "Scorbuto" una patologia diffusa soprattutto tra i marinai caratterizzata da denti malsani, gengive sanguinanti, emorragie varie, anemia, anoressia, astenia, disturbi digestivi etc. I marinai, infatti, erano carenti di tale vitamina poichè non assumevano frutta e verdura fresca durante le loro lunghe traversate marine.

- azione anti-ossidante (in quanto "riducente") contrastando i radicali liberi che danneggiano il DNA e le proteine

- è necessaria per la sintesi della Noradrenalina dalla Dopamina e della Serotonina dal triptofano

- serve per la sintesi della Carnitina (che serve al trasferimento degli acidi grassi nei mitocondri)

- per la sintesi di Ormoni quali Vasopressina, Ossitocina, Colecistochinina, ACTH

- per la sintesi degli Acidi Biliari

- per l'attivazione dell'Acido folico in Tetraidrofolato

- per la regolazione dei livelli di Istamina

- per la sintesi degli ormoni Steroidei surrenalici

- protegge la pelle dai raggi ultravioletti

- aumenta l'assorbimento intestinale del Ferro non eme (in forma ridotta, ferroso, Fe2+)

- per ridurre la tossicità dei Metalli Pesanti che, "ridotti", sono assorbiti meno che ossidati 

- ha azione Anti-Tumorale poichè inibisce la sintesi delle Nitrosamine a partire dai Nitriti nello stomaco, protegge dai radicali liberi e dalle tossine in genere (fumo, smog...)

- ripristina le scorte di Vitamina E la più importante tra le vitamine anti-ossidanti liposolubili che preserva cioè i PUFA (acidi grassi poli-insaturi) dalla perossidazione lipidica (soprattutto delle membrane cellulari)

- aumenta la risposta allo stress in contesti vari (infarti, interventi chirurgici etc.)

- stimolazione immunitaria poichè stimola le difese migliorando l'attività dei neutrofili (immunità aspecifica) e la sintesi degli anticorpi (immunità specifica)

...Insomma sembra proprio che senza la Vitamina C non ci possa essere vita...sono stati condotti vari studi che ne hanno dimostrato l'efficacia nella cura del raffreddore e Linus Pauling ha osservato interessanti risultati anche nei pazienti tumorali ma, purtroppo, questo genere di informazioni non interesserà mai alla comunità scientifica sostenuta dalle industrie farmaceutiche multinazionali che vedrebbero ridotte le vendite di molti farmaci (anti-infiammatori etc)...ma non voglio fare polemiche ora...

Due parole ancora sull'eventuale tossicità di tale vitamina. Essendo una Vitamina idrosolubile non la accumuliamo se non minimamente nel fegato e la eliminiamo velocemente con le urine tutti i giorni. Le uniche persone che devono stare attente ad assumere dosi eccessive di vitamina C sono i produttori di calcoli urinari di ossalato poiche la vitamina C viene metabolizzata proprio in ossalato. Per il resto tale vitamina non è tossica ma ad alte dosi può non essere tollerata bene a livello gastro-intestinale e quindi ognuno ha un suo "livello soglia" di tolleranza. Di solito viene tollerata bene fino a 2 grammi/die magari meglio se frazionati nella giornata in 2/3 somministrazioni e se ingerita insieme ad altri alimenti. Va bene sia la forma sintetica che quella naturale anche se quella naturale apporta altri vantaggi che derivano dall'azione del fito-complesso (come l'Acerola o il Baobab). In forma sintetica si trova come semplice ascorbato o come ascorbato di sodio o potassio meglio tollerati ma che possono sovraccaricare l'organismo rispettivamente di sodio e potassio con possibili effetti collaterali. Quindi consultatevi sempre col vostro medico prima di decidere di assumere tale vitamina ad alte dosi!

Se volete potete inviarmi una domanda o lasciare un commento grazie.

 

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti