Agopuntura e vescica iperattiva (OAB overactive bladder)

La "vescica iperattiva" (OAB: over-active bladder) viene definita come una sindrome caratterizzata dalla presenza di urgenza urinaria (notturna e diurna) di solito accompagnata da aumento della frequenza urinaria (pollachiuria) e nicturia (aumento delle minzioni di notte) con o senza incontinenza urinaria in assenza di infezioni o altre patologie del tratto urinario.

Chi soffre di tale disturbo può risolverlo o con esercizi di training ad hoc, di rinforzo della muscolatura pelvica che spesso richiedono molto tempo o con farmaci, per lo più anti-colinergici, gravati sovente da effetti collaterali quali stipsi, secchezza della bocca, visione disturbata etc. o con interventi mini-invasivi per regolare il plesso nervoso sacrale che possono essere complicati da infezioni locali.

L'Agopuntura rappresenta quindi un'alternativa per chi non può o non vuole ricorrere ai metodi sopracitati per trattare la vescica iperattiva.

Diversi studi clinici analizzati in una Review del 2015 sul BMJ (British Medical Journal) hanno dimostrato che l'Agopuntura riduce il numero di minzioni e gli episodi di urgenza nelle 24 ore e migliora la qualità della vita dei pazienti affetti da OAV o over-active bladder cioè vescica iperattiva.

L'Agopuntura è infatti in grado di modulare l'attività dei nervi del plesso sacrale che regolano l'eccitabilità del muscolo della vescica. La selezione di "ago-punti" specifici a livello sacrale, opportunamente stimolati, anche mediante elettro-agopuntura, può ridurre l'iperattività vescicale con riduzione delle minzioni notturne e diurne, dell'urgenza minzionale e quindi migliorando la qualità della vita dei pazienti con tale disturbo. 

Se vuoi puoi fare una domanda sull'argomento o lasciare un commento.


Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

Scrivi commento

Commenti: 0