...Agopuntura e sindrome dell'ovaio policistico (PCOS)

La sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) è caratterizzata da cicli anovulatori, segni biochimici e clinici di iperandrogenismo e presenza di ovaie poli-cistiche o multi-follicolari all'ecografia pelvica. Dal punto di vista metabolico nel 50-70% delle donne con PCOS sono anche presenti iperinsulinemia ed insulino-resistenza. Spesso è presente aumento del BMI (indice di massa corporea) con sovrappeso o obesità. Le donne con PCOS e insulino-resistenza hanno un rischio almeno 3 volte maggiore di sviluppare diabete mellito di tipo 2. Le donne con insulino-resistenza hanno una ridotta sensibilità dei recettori per l'insulina a livello del tessuto adiposo e muscolare con iper-insulinemia compensatoria. L'iperinsulinemia stimola la produzione di androgeni da parte delle celle ovariche della teca e riduce i livelli della globulina che lega gli ormoni sessuali (SHBG) con aumento ulteriore degli androgeni circolanti.

La sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) causa alterazioni ormonali caratterizzate da un ipersecrezione di LH con disturbi del ciclo mestruale, anovulazione e conseguente infertilità. Nelle ultime decadi è stato anche dimostrato che la PCOS provoca alterazioni metaboliche con aumento del rischio cardio-vascolare.

Negli ultimi anni anche in Occidente si sta incominciando ad utilizzare l'Agopuntura per valutarne l'effetto nelle problematiche ormonali femminili.

Importanti sono i lavori di un gruppo svedese, quello di Stener-Victorin, che ha condotto e sta conducendo vari studi su pazienti affette da PCOS dimostrando finora che l'elettro-agopuntura, applicata con una certa frequenza ed intensità, ha aumentato la percentuale di ovulazione e ridotto i livelli degli androgeni circolanti. Sembra infatti che l'agopuntura abbinata alla stimolazione elettrica a bassa frequenza a livello muscolare provochi il rilascio di neuro-trasmettitori particolari (oppiodi, serotonina, dopamina etc.) con riduzione del tono simpatico a livello degli organi  pelvici, ovaie ed utero. Tale riduzione del tono simpatico si traduce in una maggiore vasodilatazione-perfusione di tali tessuti e quindi in un migliore funzionamento dell'apparato riproduttivo.

L'elettro-agopuntura sembra migliorare anche i parametri biochimici alterati nella PCOS come dimostrato da uno studio su animali con PCOS da di-idrotestosterone (DHT) in cui  è stato misurato un aumento dei recettori per il glucosio GLUT 4 ed il miglioramento del profilo lipidico (riduzione delle LDL).

Chi vuole può lasciare un commento o inviare delle domande.

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

Scrivi commento

Commenti: 0