Agopuntura e patologie della prostata

L'ipertrofia prostatica benigna (IPB) conosciuta anche come adenoma prostatico è una condizione caratterizzata dall'aumento di volume della ghiandola prostatica. L'aumento della prostata provoca principalmente due tipi di sintomi: i primi detti "ostruttivi" (dovuti all'ostacolo al passaggio dell'urina attraverso l'uretra) consistono in difficoltà a cominciare la minzione, flusso urinario intermittente, incompleto svuotamento della vescica, flusso urinario debole e sforzo nella minzione. I secondi sono di tipo "irritativo" e consistono in un aumento del numero delle minzioni (pollachiuria), nel bisogno di urinare più volte di notte (nicturia), nell'urgenza minzionale (bisogno impellente di urinare) e il bruciore ad urinare (disuria, stranguria). Questi sintomi sono valutati con il questionario dell'International Prostate Symptom Score (IPSS) che verifica la severità della patologia. La patologia può progredire e, nel tempo, il paziente potrà sviluppare infezioni urinarie recidivanti e calcoli vescicali a causa del ristagno dell'urina in vescica. Nei casi non avanzati di tale patologia l'agopuntura può giovare ai pazienti riducendo l'eccitabilità dei plessi nervosi pelvici e lo spasmo dei muscoli lisci della prostata con riduzione dei sintomi sia ostruttivi che irritativi. A titolo di esempio ricordo uno studio che ha dimostrato l'efficacia dell'elettro-agopuntura nel migliorare il punteggio IPSS nei pazienti con ipertrofia della prostata (Electroacupuncture for moderate and severe benign prostatic hyperplasia: a randomized controlled trial. Wang et al. PLoS One, 2013 Apr 12).

 

Se vuoi puoi fare una domanda con una mail o lasciare un commento.

 

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

Commenti: 1
  • #1

    Riccitelli fernando (lunedì, 29 aprile 2019 12:24)

    Soffro di impertrofia prostatica benigna.Sono arrivata al catetere per urinare.Puo' aiutarmi l'agopuntura?