Agopuntura e Disturbi Ormonali

Nell'ambito dei disturbi ormonali le potenzialità dell'agopuntura sono davvero straordinarie. In tali casi il miglioramento si può quantificare dai risultati ormonali e non solo dalla soddisfazione del paziente. La tiroide è molto sensibile agli aghi come del resto gli ormoni sessuali. Infatti con l'agopuntura si possono trattare la dismenorrea (dolore mestruale) semplice (cioè senza cause organiche quali tumori, endometriosi etc), la sindrome pre-mestruale (PMS: Pre-Menstrual-Syndrome), le alterazioni del ciclo mestruale (oligo-menorree o cicli lunghi, poli-menorree o cicli corti, menorragie ovvero i sanguinamenti uterini etc) ed i disturbi legati alla menopausa (vedi pagina dedicata).  Numerosi studi hanno osservato un miglioramento dei dolori mestruali con la stimolazione dei punti di agopuntura (Effects of auricolar acupressure on menstrual symptoms and nitric oxide for women with primary dysmenorrhea, J Altern Complement Med 2009 Mar;15(3): 235-42 e Effects of SP6 acupressure on pain and menstrual distress in yong women with dysmenorrhea, Complement Ther Clin Pract 2010 May;16(2):64-9). Per la dismenorrea di solito bastano 3 sedute, una al mese, 4-5 gg prima del ciclo. I disturbi della fertilità maschile, invece, richiedono 6-8 sedute e, se escludiamo le azospermie totali (completa assenza degli spermatozoi), l'agopuntura può migliorare molto sia il numero che la motilità degli spermatozoi aumentando l'indice di fertilità (vedi pagina dedicata alla "sterilità").

 

Se vuoi puoi inviarmi una domanda con una mail o lasciare un commento.

 

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

Commenti: 0